Enemy

Anno: 2013

Regia: Denis Villeneuve

Interpreti: Jake Gyllenhaal, Mélanie Laurent, Sarah Gadon, Isabella Rossellini

Dove trovarlo: Amazon Prime Video

Adam Bell (Jake Gyllenhaal) è un professore universitario dalla vita monotona e noiosa. Nemmeno la stanca relazione con la bella Helen (Mélanie Laurent) sembra rendere interessante la vita, fino a che Adam, seguendo il consiglio di un collega insegnante, noleggia un film in cui recita un attore in tutto e per tutto identico a lui. Incuriosito Adam inizia a indagare su di lui, scoprendo che si chiama Daniel St. Claire (in arte Anthony Claire). Adam, ormai ossessionato, inizia a spiare Daniel, fino a che non decide di chiamarlo e chiedergli un incontro. Daniel inizialmente rifiuta ma poi accetta di incontrare Adam; Daniel rimane a sua volta sbalordito dalla somiglianza fisica (anche le voci sono identiche) e propone subito uno scambio di identità: per una giornata Adam e Daniel si scambieranno gli abiti, l’appartamento e anche le donne…

Lo ammetto: ho scelto questo film, nel vasto catalogo Prime Video, attirata dall’idea di un doppio Jake Gyllenhaal. E la mia ingordigia è stata punita…

Enemy, tratto dal romanzo L’Uomo Duplicato di Josè Saramago, è un film con un’ottima idea di partenza (anche se non proprio originalissima, basti pensare a Il Principe e il Povero e a tutti gli altri libri e film basati sullo scambio di identità tra persone fisicamente identiche, da La Maschera di Ferro a Un Cowboy col Velo da Sposa) che non sa sfruttare, sporcando la connotazione thriller, ben riuscita, con una deriva onirico-psicologica che fa sorridere.

Il regista Denis Villeneuve, salito ora alla ribalta con il kolossal Dune, ambienta il suo film in una Toronto verdognola e giallastra per dare l’idea della vita insipida e scialba condotta dal professore Adam, che trova invece desiderabile quella del suo doppio, l’attore di cinema. A ben guardare però nemmeno Daniel è così appagato della sua vita, infatti tradisce in continuazione la moglie e non esita nemmeno un’istante quando gli si prospetta l’opportunità di farlo nuovamente, questa volta con la donna del suo alter-ego. Considerando solo l’anima thriller, il film sarebbe ben fatto nel costruire la tensione; purtroppo le derive simbolico-oniriche la spezzano, e il finale aperto con ragno gigante lascia lo spettatore con un sorriso beffardo più che con il senso di inquietudine che forse era l’obiettivo del regista.

La metafora della donna-ragno è banale, l’espediente narrativo del sogno lo è anche di più, e in congiunzione con il tema del Doppelganger rende tutto il film stantio quanto pretenzioso.

Se poi si pensa che Jake Gyllenhaal è stato il villain dell’ultimo film di Spiderman, lo sberleffo è assicurato: per chi vuole apprezzare le doti attoriali di Gyllenhaal consiglio piuttosto Zodiac, Jarhead o il classico Brokeback Mountain; per chi invece vuole gustarsi il suo bell’aspetto, allora consiglio di cuore Prince of Persia, tratto dal celebre videogioco. 

Isabella Rossellini compare, per una manciata di secondi, nel ruolo della madre di Adam.

Voto: 1 Muffin

Per chi non ha capito bene il film, Villeneuve lo spiega alla lavagna

13 pensieri riguardo “Enemy

  1. Mi piace Saramago (su carta, non in video) e considero Villeneuve un fenomenale autore di screensaver, cioè immagini splendide ma totalmente vuote e inconsistenti, e visto che mi piace troppo Jake per vederlo fare un film che odierei… non ho voluto vedere apposta questo film 😛
    Approvo la tua Jake-Lista e aggiungo “Source Code”, “Animali notturni” ma soprattutto “Lo sciacallo – Nightcrawler”, un film splendido in cui Jake illumina la notte con la sua incredibile bravura attoriale e fisica. E’ un film che solo lui, con quegli occhi e quell’espressione avrebbe potuto interpretare.

    Piace a 1 persona

    1. Fai bene a tenerti lontano da Enemy, soprattutto se ti piace Jake (ma come può non piacere mi domando?): proprio come dici tu una serie di screensaver verdognoli senza sostanza nè messaggi degni di nota. Grazie per i suggerimenti, sto pensando a una maratona Gyllenhaalconquanteaeconquantehsiscrive (cit.) XD

      Piace a 1 persona

  2. You seem to be having a bad run with your film selections, I hope it doesn’t last too long. I’m not very familiar with Jake Gyllenhaal, although I have seen Jarhead. Isabella Rossellini though, wow… it’s been far too long since she graced my screen!

    Piace a 1 persona

      1. I will give some of Jake’s films a look, he was good in Jarhead.
        As for your streak, I like your reviews whether the film is 1 muffin or 5. Sometimes bad movies can make for a more entertaining post.

        Piace a 1 persona

    1. Vero? Io da piccola adoravo il videogioco e il film mi è piaciuto, non so come mai sia stato così tanto bistrattato, è un simpatico film d’azione con un paio di scene proprio belle (la scalata iniziale, la corsa degli struzzi…) Eh, bisogna essere ciechi per non vedere che Gemma Arterton in questo film è mozzafiato…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.